Mimmo Jodice. Senza tempo

Le opere fotografiche senza tempo del Maestro napoletano sono per la prima volta in mostra a Firenze

24 marzo 2024 - 14 luglio 2024

Il secondo appuntamento a Firenze del progetto La Grande Fotografia Italiana delle Gallerie d’Italia – Torino, museo di Intesa Sanpaolo affidato a Roberto Koch.

Una mostra dedicata a uno dei più grandi protagonisti della fotografia italiana per la prima volta a Firenze. Per l’occasione la mostra si arricchisce di una nuova sezione dedicata alle immagini delle opere fiorentine di Michelangelo Buonarroti, che escono dagli archivi di Jodice dopo trent’anni.

Le opere esposte

80 opere, realizzate tra il 1964 e il 2011, che ripercorrono i più importanti temi del lavoro artistico di Mimmo Jodice, suddivisi nelle sezioni Anamnesi, Linguaggi, Vedute di Napoli, Città, Natura e Mari

Dalla sequenza di volti statuari e mosaici antichi, realizzati per l’architetto Gae Aulenti per la stazione Museo della metropolitana di Napoli, alle sperimentazioni in camera oscura degli anni Sessanta dove le regole del linguaggio fotografico vengono stravolte superando e forzando i limiti dello stesso.

Nella sezione delle Vedute di Napoli si ritrova, invece, tutta l’inquietudine dell’artista, panorami indecifrabili ed enigmatici in un tempo sospeso e rarefatto, fatto di vuoti e di assenze. L’indagine sulla sua città è solo un punto di partenza che allena il suo sguardo per attraversare in futuro altri paesaggi urbani come Boston, Parigi, San Paolo, Roma, Milano, Tokyo. Una ricerca del vuoto per rispondere alla sua incapacità di accettare il caos e la follia dove, nell’escludere ogni rumore, lui trova una nuova dimensione personale e metafisica.

A questo racconto si contrappone la Natura di Mimmo Jodice. Questa è aggressiva e poco accogliente, provocando nello spettatore un sentimento di disagio che lo costringe a guardare il mondo che ci circonda in un modo nuovo. Infine, il Mare dove il tempo di Jodice sembra fermarsi definitivamente. Jodice passa ore a guardarlo rintracciando nella sua piatta apparenza, nel movimento circolare delle onde che si infrangono sulla riva, nella ripetitività dei gesti naturali, la dimensione dell’assoluto.

L’omaggio a Michelangelo

Per la prima volta a Firenze gli scatti dedicati a Michelangelo: dieci lavori vintage accumunati dalla lunga ricerca dell’artista sulla scultura ed in particolare sui volti che Mimmo Jodice in modo straordinario estrae dal contesto e fissa in una dimensione unica: lo sguardo accigliato del Bruto, la compostezza della Madonna del Tondo Pitti, l’intensità dei volti del Giorno, la Notte, il Crepuscolo e l’Aurora delle Tombe Medicee, ma anche i particolari dei corpi dei Prigioni, della Pietà di Palestrina e della Pietà Bandin

Un racconto di luce che accarezza la superficie del marmo, che il fotografo realizza alla fine degli anni ’80 per il volume di “Michelangelo scultore” a cura di Eugenio Battisti edito da Guida Editori nel 1989. Le fotografie furono esposte solo nel 1990 a Napoli, a Palazzo Serra di Cassano.

Organizza la tua visita

Orari

Siamo chiusi
lunediChiuso
martedì10:00 — 19:30
mercoledì10:00 — 19:30
giovedi10:00 — 19:30
venerdì10:00 — 19:30
sabato10:00 — 19:30
domenica10:00 — 19:30

Ultimo ingresso ore 18.30
Chiuso tutti i lunedì

Eccezionalmente nei giorni dal 5 al 9 giugno in occasione del “Festival della città dei lettori” l’ingresso alla mostra è gratuito per tutti

Biglietti

Intero: € 10,00

gruppi superiori a 10 persone, giovani UE dai 18 ai 24 anni, soci Touring Club Italiano, FAI, dipendenti Toscana Aeroporti, soci Unicoop, soci San Giovanni Battista, FIAF. It. Ass. Fotografiche e possessori del biglietto INTERO dei Giardini Boboli-Bardini.

ragazzi fino a 17 anni, diversamente abili e loro accompagnatori, giornalisti, guide turistiche, possessori Firenze Card; classi scolastiche, incluso due insegnanti, solo se in possesso di prenotazione al call center +39 055 2989816 di Firenze Musei.

Visite guidate gratuite per adulti con il biglietto della mostra. Tutti i sabati alle ore 17.30 dal 20 aprile al 13 luglio. Partecipazione libera, senza prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.
Info: infofcrf@cscsigma.it

Informazioni e Prenotazioni

Call center Firenze Musei
+39 055 2989816
info@villabardini.it

Come arrivare

Ingresso principale:

Ingresso secondario:

Per chi arriva in macchina è preferibile usufruire dell’ingresso di Costa San Giorgio 2, impostando il navigatore per il Forte Belvedere, al cui interno è disponibile un parcheggio gratuito. Da lì a pochi passi si può raggiungere la Villa, seguendo le indicazioni presenti.

Per i diversamente abili è possibile accedere tramite una rampa presso l’ingresso carrabile di Costa San Giorgio n°4. Si prega di annunciare l’arrivo alla Biglietteria al numero +39 055 2638599.

l’ingresso non è consentito agli animali, anche se tenuti al guinzaglio.

Attività in mostra

Visite guidate gratuite per adulti con il biglietto della mostra. Tutti i sabati alle ore 17.30 dal 20 aprile al 13 luglio. Partecipazione libera, senza prenotazione, fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Per informazioni: infofcrf@cscsigma.it

Da aprile a giugno Fotografi si cresce!: a Villa Bardini attività divertenti per bambini e ragazzi dai 7 ai 12 anni, che comprendono l’accesso alla mostra per i più piccoli e per un adulto accompagnatore.

Logo Villa Bardini