Cinema in villa

Luglio 8 2020 – Agosto 19 2020

Per la prima volta nella sua storia il giardino Bardini ospita una rassegna cinematografica con una trentina di film. Ogni sera alle 21.15, dall’8 luglio al 19 agosto, in una arena da 100 posti numerati allestita sulla Terrazza Belvedere che offre una vista mozzafiato su Firenze.

Ingressi:

  • 5 euro con possibile acquisto in prevendita qui (consigliato)
  • Ogni giovedì sera l’ingresso è gratuito per le famiglie con figli, obbligatoria la prenotazione online (vedi sotto).

Per maggiori info:
393 85 70 925 solo nei giorni di programmazione dalle 18 alle 22. www.musartfestival.it.
Parcheggio gratuito al Forte Belvedere

L’iniziativa è promossa e organizzata dalla Fondazione CR Firenze e dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron, in collaborazione con l’ Associazione culturale Musart e con il patrocinio del Comune di Firenze.

Programma scaricabile qui

PROSSIMI APPUNTAMENTI:
Tutti i film proiettati sono in lingua italiana senza sottotitoli

Mercoledì 5 agosto

Il capitale umano di Paolo Virzì (Ita 2014, 109′)

In una provincia del Nord Italia, alla vigilia delle feste di Natale, sullo sfondo di un misterioso incidente, si incrociano le vicende dell’ambizioso immobiliarista Dino Ossola, di una donna ricca e infelice che desidera una vita diversa e di una ragazza, sottomessa ai voleri del padre, che sogna un amore vero.

Giovedì 6 agosto

*prenotazioni disponibili dal 16 luglio

Le vacanze del piccolo Nicholas di Laurent Tirard (Fr 2013, 97′)

Finalmente le vacanze estive sono arrivate e il piccolo Nicolas, con i suoi genitori e la nonna, partono per andare al mare. Ben presto Nicolas si farà nuovi amici in spiaggia con cui vivere l’estate dal punto di vista dei bambini. Ma soprattutto Nicolas incontra Isabelle, che lo guarda con i suoi grandi occhi e che lui teme di dover sposare per forza.

Venerdì 7 agosto

Nureyev – The White Crow di Ralph Fiennes (Gb 2018, 122′)

La vita di Rudolf Nureyev, uno dei più grandi ballerini del Novecento. Dalla dura infanzia nella grigia città di Ufa, sino agli studi a Leningrado e al successo come membro del balletto di Kirov. Incontenibile e ribelle, in tournée a Parigi nel 1961 viene marcato stretto dal KGB mentre in lui cresce giorno per giorno l’amore per la libertà e per lo stile di vita occidentale…

Sabato 8 agosto

Green Book di Peter Farrelly (Usa 2018, 130′)

New York, anni ’60. Tony Lip, un tempo rinomato buttafuori, finisce a fare l’autista di Don Shirley, giovane pianista afro-americano. Lip deve accompagnare il pianista prodigio in un lungo tour nel profondo sud degli Stati Uniti. Dopo alcune prime difficoltà, il viaggio nelle regioni razziste degli USA porta i due a stringere una forte e straordinaria amicizia. Vincitore di 5 Premi Oscar tra cui Miglior Film 2019.

Domenica 9 agosto

Disobedience di Sebastian Lelio (Usa 2017, 114′)

La fotografa newyorkese Ronit Krushka vola a Londra dopo aver saputo della morte del padre, membro della comunità ebraica ortodossa che l’ha esiliata decenni prima. Lì troverà Esti, con cui ha avuto un amore giovanile, ora sposata con suo cugino. Tra le due donne, ben presto, si riaccende una passione proibita…

Lunedì 10 agosto

Il dittatore dello stato libero di Bananas di Woody Allen (Usa 1971, 82’)

Deluso dall’amore, un giovanotto americano parte per Bananas, piccola repubblica sudamericana, dove viene nominato presidente dei rivoluzionari al potere e, come tale, torna negli Stati Uniti. L’ironia di Allen al servizio della satira politica.

Martedì 11 agosto

La ragazza con l’orecchino di Perla di Peter Webber (Gb 2003, 99′)

La realizzazione di uno dei quadri più famosi della storia dell’arte raccontata con ricca fantasia ma altrettanta plausibilità. Il rapporto tra Vermeer, che ha depositato per sempre il suo genio in sole, inestimabili trentacinque tele e la serva adolescente Griet che cresce in un ambiente ostile e difficile senza per questo perdere la luce che l’artista riuscirà a catturare su tela.

Mercoledì 12 agosto

Truman Capote – A sangue Freddo di Bennet Miller (Usa 2005, ’98)

Nel novembre 1959, il celebre scrittore Truman Capote legge un articolo che parla dell’omicidio di una famiglia di 4 persone in Arkansas. Scriverà il romanzo scandalo “A sangue freddo”, che suscitò polemiche e lo consacrò sulla scena letteraria. Una delle ultime, fantastiche interpretazioni di Philip Seymour-Hoffman nei panni del grande scrittore.

Giovedì 13 agosto

La famosa invasione degli Orsi di Lorenzo Mattotti (Ita/Fra 2019, 82′)

Tratto dal romanzo di Dino Buzzati, la storia del re degli orsi Leonzio che perde il figlio, rapito dagli umani, e decide di condurre così il suo popolo dalle montagne fino alla città. Grazie all’aiuto di un mago, riuscirà a sconfiggere il malvagio Granduca e a ritrovare il figlio Tonio, ma si renderà conto che gli orsi non sono fatti per vivere nella terra degli uomini.

Per adulti e bambini, un magico film d’animazione.

Venerdì 14 agosto

Dancer di Steven Cantor (Uk/Ru 2017, 85′)

Diretto dal regista candidato all’Oscar Steven Cantor, Dancer racconta la vita e la carriera di Sergei Polunin, il James Dean della danza, di origini ucraine, suo malgrado diretto discendente nel terzo millennio di quella stirpe di geniali, sensuali, dannati danzatori che ha infiammato i palcoscenici dei teatri di tutto il mondo. I tatuaggi, l’amore con Natalia Osipova e il grandissimo talento ritratto anche da David LaChapelle.

Sabato 15 agosto

7 uomini a mollo di Gilles Lellouche (Fra 2018, 122′)

Bertrand, un quarantenne un po’ in crisi, riesce a dare finalmente un senso alla sua vita quando decide di entrare a far parte di una squadra di nuoto sincronizzato maschile. Per ognuno dei componenti, gli allenamenti rappresentano una valvola di sfogo e un rifugio sicuro. Insieme si sentiranno sempre più forti fino a volere intraprendere un traguardo pazzesco: la partecipazione ai campionati mondiali di nuoto sincronizzato maschile!

Domenica 16 agosto

La battaglia dei sessi di Jonathan Dayton, Valerie Faris (Usa 2017, 121′)

Nel 1973 la TV americana trasmise uno degli eventi sportivi più attesi di tutti i tempi: la partita di tennis tra la campionessa del mondo Billie Jean King e l’ex campione e scommettitore seriale Bobby Riggs. che fu denominata “La battaglia dei sessi”. Fu un momento importante nell’ambito della rivoluzione sessuale e della nascita del movimento per i diritti delle donne.

Lunedì 17 agosto

Vicky Cristina Barcellona di Woody Allen (Usa 2008, 97′)

Vicky, sensibile e vicina alle nozze, e Cristina, esuberante e in cerca di avventure, sono due amiche americane che decidono di passare le vacanze estive a Barcellona. Il soggiorno spagnolo diverrà per entrambe fonte di vivaci avventure personali e sentimentali grazie all’incontro con il pittore Juan Antonio e con la sua ex María Elena.

Martedì 18 agosto

L’arca russa di Aleksandr Sokurov (Ru/Ger 2001, 96′)

Invisibile agli altri, un cineasta contemporaneo si trova magicamente proiettato nel 1700, dentro l’Hermitage a San Pietroburgo. Da lì inizia un lungo vagabondare all’interno del palazzo, osservando tutti i più importanti passaggi della storia del suo paese, come se l’Hermitage fosse un’arca dell’anima russa, che custodisce con affetto in attesa di tempi migliori.

Mercoledì 19 agosto

Caos Calmo di Antonello Grimaldi (Ita 2007, 112′)

La vita di Pietro Paladini viene sconvolta dalla morte improvvisa della moglie Lara. La sua reazione è un’insolita calma che lo porta ad osservare il mondo dal finestrino della sua auto, dove si rifugia, giorno dopo giorno, ad attendere sua figlia all’uscita di scuola. Dal pluripremiato romanzo di Sandro Veronesi, doppio premio Strega.

Festival, Spettacoli

Contatti

Tel. 393 85 70 925 solo nei giorni di programmazione dalle 18 alle 22. www.musartfestival.it.

Informazioni

Parcheggio gratuito al Forte Belvedere

Articolo precedente
Io amo Firenze. Letture e situazioni “radiofoniche”
Articolo successivo
Talk a Villa Bardini. Italia on the road
Menu