Villa Bardini,
tutta Firenze in un solo sguardo

La Villa
Un luogo prezioso restituito a Firenze

Grazie all’impegno e alla cura congiunta di Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e di Fondazione CR Firenze, Villa Bardini è tornata a vivere. Recuperata dal lascito Bardini, la villa è stata restituita a Firenze come spazio museale, centro di cultura e luogo per tutti, tutto da scoprire.

La più bella vista di Firenze

La splendida posizione panoramica su Firenze le valse il nome di “Villa Belvedere”: Villa Bardini ricorda i “Casini di Delizia” diffusi a Firenze tra la fine del Cinquecento e la prima metà del Seicento, nati per il riposo e lo svago e circondati da coltivazioni agricole con fini non solo produttivi, ma anche ornamentali.

Oggi Villa Bardini, oltre a mantenere una vista unica sulla città, è diventata un centro espositivo, una location per eventi, ma soprattutto un luogo ricco di storia, arte e cultura ancora fruibile e a disposizione della città e dei turisti.

Le Grandi Mostre di Villa Bardini

Dopo essere stata lasciata a se stessa per molti anni, la Villa è stata completamente ristrutturata dalla Fondazione Parchi Monumentali Bardini e Peyron e riaperta al pubblico nel 2006, con nuovi spazi destinati a eventi ed esposizioni.

Villa Bardini torna così a essere luogo d’arte e di cultura, e ad ospitare eventi e opere di grandi artisti nazionali e internazionali.

Il Museo Annigoni

Il Museo Pietro Annigoni all’interno di Villa Bardini è dedicato all’eclettico artista che, a Firenze nel fervido periodo tra le due guerre, sperimenta e libera la sua creatività con il disegno, la pittura, l’incisione, l’affresco e la medaglistica.

La collezione, composta da un ingente nucleo di opere provenienti dalla famiglia, documenta l’intensa attività di Pietro Annigoni, caratterizzata da una stretta aderenza al realismo e dall’uso di antiche tecniche pittoriche rinascimentali. L’abilità di ritrattista gli fece guadagnare il nome di “pittore delle regine”. Tra gli altri ritrasse i reali inglesi, il presidente John Fitzgerald Kennedy e Papa Giovanni XXIII.

Loggia Belvedere

Un caffè su Firenze

Il Ristorante

La Leggenda dei Frati

Menu